Nuovi ambienti di apprendimento

Gli ambienti di apprendimento sono fondati su principi e pratiche didattiche innovative che mettono al centro tutti gli studenti con il loro impegno attivo, promuovono l’apprendimento cooperativo ben organizzato, prevedono docenti capaci di sintonizzarsi sulle motivazioni degli studenti, sono sensibili alle differenze individuali, pongono forte enfasi sui feedback formativi, promuovono l’interconnessione orizzontale fra aree di conoscenza e discipline. Uno “spazio di apprendimento” innovativo può oggi essere fisico e virtuale insieme, ovvero “misto”, arricchendo il contenuto della didattica di risorse digitali fondate sulla realtà virtuale e aumentata.

TecnoLab

Il nuovo laboratorio di tecnologia si trova al piano terra della sede centrale Plana. Frutto dell'impegno e la ricerca dei nostri docenti da la possibilità agli alunni di studiare e sperimentare con mano molti argomenti trattati nella didattica della materia. 

Il laboratorio nasce sfruttando uno dei cardini base della materia che viene insegnata, cioè il riciclo. Tranne che per le 6 stampanti 3d a disposizione, che per ovvi motivi dovevano essere acquistate, tutto ciò che è presente nel laboratorio arriva dal recupero di materiale che altrimenti sarebbe diventato un rifiuto. 

Sei grandi tavoloni danno posto a 30 sedute per gli sudenti, dando la possibilità di lavorare in 6 grandi gruppi per l'apprendimento cooperativo. 

Oltre alle sei stampanti 3d, di cui 2 con un piano di lavoro che arriva fino a una lunghezza di 400 mm, vi sono a disposizione 2 penne 3d, per ritoccare i lavori che vengono prodotti. Molte delle vecchie tecnologie che venivano usate nel passato sono presenti in giro per le pareti del laboratorio, gli alunni così possono toccare con mano il passato e confrontarlo con il presente. 

Una sezione è dedicata ai materiali, con una serie di pannelli che man mano diventano sempre più numerosi, dove sono presenti dei campioni di materiale che gli alunni possono toccare con mano, così le loro caratteristiche non rimangono sono delle informazioni scritte sui libri ma delle esperienze fatte realmente insieme ai propri compagni. 

Altra sezione è dedicata alle fonti rinnovabili e non rinnovabili, con un campionario di carbon fossile e di petrolio. Questa parte è collegata direttamente alla sezione dedicata ai motori e alle macchine, con una serie di modellini in scala che aiutano gli alunni a capirne il reale funzionamento. 

Molti sono i lavori di attività pratica che si svolgono nel nostro TecnoLab.

Ultimo ma non meno importante abbiamo l'ausilio di una lavagna e di una LIM collegata a pc portatile per poter approfondire le nostre lezioni pratiche con video o audio, oppure per poter restituire le attività svolte in maniera collaborativa attraverso un documento virtuale, piuttosto che creando una mappa dell'esperienza, piuttosto che qualsiasi cosa venga in mente ai ragazzi come metodo di restituzione.

Progetto Scuola domotica

Il progetto “Scuola domotica” prevede la realizzazione di un modello che rappresenta parte della scuola IC Via Dante Voghera.

In particolare l’entrata principale riservata  alla scuola secondaria di primo grado, con alcune aule prospicienti.

Il modello viene realizzato per la maggior parte utilizzando le stampanti 3D reperibili a scuola.

Buona parte delle ore dedicate al progetto sono destinate ad attività come Coding, Learning by Doing e Cooperative Learning.

Le prime ore di lezione sono state dedicate a far assimilare le nozioni base del programma OpensCad, con il quale i ragazzi imparano a scrivere un codice e così ottenere il modello 3D delle vari parti da stampare per la realizzazione del modello finale.

Gli alunni, in seguito, con l’ausilio di alcune schede di lavoro hanno realizzato gli oggetti virtuali che sono stati successivamente stampati e, infine, assemblati. Il progetto viene completato dall’impianto di domotica gestito da Arduino.

Gli alunni hanno appreso dapprima semplici programmi per capirne il funzionamento dell'hardware e della logica di programmazione, per poi lavorare sul codice e sugli impianti finali che rendono il modello interattivo.

In particolare è possibile gestire le luci, le prese elettriche, un ipotetico impianto di condizionamento e di allarme, il citofono della scuola con apertura elettrica del portone. Il progetto è dedicato alle 3 terze dell’indirizzo informatico della scuola secondaria di primo grado I.C. Via Dante Voghera, per un totale di 63 alunni.

Ognuna delle classi si dedica alla realizzazione di un terzo del progetto, sia per quello che riguarda le parti da stampare, che per il codice, sia per la parte riservata alla realizzazione degli schemi elettrici.

Alla fine del percorso, il lavoro intrapreso dalle 3 classi confluirà nella realizzazione dell’intero progetto finale.

I ragazzi imparano la logica sottesa al coding, imparano a lavorare in gruppo e a cooperare in un team dove ognuno ha un ruolo diverso da svolgere.

Settimanalmente, per verificare l’acquisizione delle nozioni digitali previste, si procede alla stampa 3d delle parti del modellino e alla realizzazione passo passo dei codici e dei circuiti necessari per la parte domotica.

Il progetto in questo momento si trova a circa metà del suo percorso:sono state destinate 2 ore settimanali per ognuna delle classi.

Laboratori informatici

La nostra scuola vanta numerosi laboratori informatici, tutti ideati e pensati secondo le necessità degli alunni e cercando di sfruttare al massimo le competenze che i docenti mettono a disposizione dei propri allievi.

Nella scuola secondaria di primo grado molti sono i programmi su cui gli alunni imparano a lavorare, spesso e volentieri guidati dalla produzione di un compito di realtà, che collega le competenze che acquisiscono alle necessità che potrebbero trovarsi ad avere nel mondo reale una volta terminato questo percorso di studi.

Nella scuola primaria numerose le attività di coding, dalla piattaforma kturtle alle attività unplugged come la pixelart. Molti sono i progetti che annualmente dedichiamo al coding nelle classi terze, quarte, quinte.

Mentre nella scuola dell' infanzia i bimbi hanno imparato a costruire percorsi con la beebot.

Per la scuola secondaria abbiamo a disposizione tre laboratori informatici:

  • Atelier Creativo, sede principale Plana, 24 postazioni divise in 4 isole, per un totale di 24 pc portatili utilizzabili. Questo laboratorio è dedicato principalmente alle attività programmate per l'indirizzo informatico;
  • InfoCad, sede principale Plana, 26 postazioni dotate di un pc fisso più uno portatile, per un totale di 27 pc utilizzabili;
  • Laboratorio informatico, sede distaccata E. Morricone, 20 postazioni di lavoro con relativi 20 pc portatili.

Per la scuola dell'infanzia e primaria:

  • Laboratorio informatico sede Dante, 10 postazioni con pc fissi;
  • Laboratorio informatico sede Provenzal, 10 postazioni con pc fissi;
  • Laboratorio informatico sede San Vittore, 20 postazioni con pc fissi;

Atelier Creativo

Grazie agli ultimi finanziamenti dedicati al comparto scuola, tutte le postazioni sono state rinnovate con computer portatili più potenti e veloci e con una nuova linea specifica per il laboratorio, così da essere più efficienti nell'uso dei programmi in rete e non aver problemi dovuti ad eventuali rallentamenti, visto il numero di dispositivi collegati contemporaneamente nel nostro istiituto.

Laboratorio scientifico

Il laboratorio di scienze è uno spazio nel quale i ragazzi possono sperimentare direttamente le scienze a 360 gradi e permette agli studenti di stimolare la loro curiosità, spendere competenze personali in un ambito diverso dalla classe tradizionale.

Lo spazio è allestito in modo da permettere di lavorare in coppia o a piccoli gruppi, garantendo ai ragazzi la possibilità di eseguire in prima persona gli esperimenti proposti durante l'anno.

Gli strumenti presenti consentono di realizzare attività molto varie spaziando da quelle relative alla chimica inorganica ed organica, alle prove empiriche di fisica, fino ad arrivare a quelle relative alla biologia. Attraverso la realizzazione di  preparati istologici o campioni di microbiologia è possibile guidare i ragazzi all'osservazione dei tessuti o degli organismi tramite microscopi ottici o stereomicroscopi, o ancora permettere loro di acquisire le competenze relative all'anatomia umana di base utilizzando i modelli tridimensionali dei diversi apparati e distretti anatomici di cui è dotato il laboratorio.

Grazie all'approccio pratico ed empirico, gli alunni:
  • acquisiscono maggiore consapevolezza dei contenuti proposti durante lo studio della materia;
  • conseguono grandi competenze pratiche;
  • acquistano maggiore manualità e precisione;
  • migliorano la propria capacità di organizzazione delle attività di studio e la gestione delle metodiche sperimentali sin dal primo anno, facendo proprio il processo di apprendimento scientifico per prove ed errori fin da subito. 

Laboratori artistici

In una scuola che si rispetti nessun dettaglio è lasciato al caso e nessuna indole viene trascurata. L'arte, nel nostro istituto, trova largo impiego, e grazie alle competenze professionali dei nostri docenti di materia si è potuta implementare l'offerta formativa inserendo tre nuovi laboratori artistici. 

Di questi tre laboratori due sono dedicati alla secondaria di primo grado, più precisamente il laboratorio di pittura, con tutto ciò che serve per poter trasferire momentaneamente il laboratorio all'aperto per attività da svolgersi anche fuori dall'istituto,  e il laboratorio di ceramica dove la manualità fa da padrona. 

Per la primaria abbiamo l'atelier creativo della Dante, dove molti sono i lavori proposti ai nostri allievi per andare a implementare le loro capacità e la loro manualità fine.

Biblioteca

La biblioteca tradizionale, fonte per eccellenza del sapere e dei saperi, si rinnova: non più luogo di letture obbligate e imposte dall’alto, ma spazio fisico e virtuale dove sviluppare percorsi individuali e collettivi di lettura, di ricerca, di sperimentazione, nell’ottica di un apprendimento permanente sempre più consapevole e autonomo da parte degli studenti.

La nostra biblioteca infatti è uno spazio aperto a tutti: ai piccoli dell’infanzia, ai bambini delle elementari, ai ragazzi delle medie, ai docenti. Essa si pone come ambiente di apprendimento vivo, come laboratorio di idee, dove ognuno trova lo spazio ideale per accedere a risorse formative e informative, per coltivare e sviluppare curiosità, conoscenze e abilità.

La lettura, il dialogo, il confronto, la condivisione di idee sono strumenti attraverso i quali crescere come individui e come cittadini, interiorizzando i valori della solidarietà, del rispetto reciproco, della libertà.

“Le biblioteche immagazzinano l’energia che alimenta l’immaginazione”, aiutano a creare spazi di gioco e di fantasia, permettono di esplorare e di esprimere la propria creatività. 

“I libri sono stati i miei uccelli e i miei nidi, i miei animali domestici, la mia stalla e la mia campagna; la biblioteca era il mondo colto in uno specchio; ne aveva lo spessore infinito, la varietà, l’imprevedibilità”. (Jean Paul Sartre)

Leggere, informarsi, essere in grado di validare le fonti, rielaborare, discutere sono i passaggi che permettono agli studenti di ogni grado di sviluppare il pensiero critico, di operare scelte consapevoli, di agire con responsabilità, di aprirsi orizzonti culturali e interculturali sempre più ampi.

“Fondare biblioteche è un po’ come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito”. (Marguerite Yourcenar)

La biblioteca, attraverso arredi colorati e modulari, si presenta come un ambiente di apprendimento innovativo, flessibile, facile da riconfigurare, accogliente e aperto a tutti gli alunni dell'Istituto. Le attività proposte sono orientate al benessere e al coinvolgimento attivo degli studenti, allo sviluppo delle competenze di lettura e scrittura, del pensiero critico, della creatività.

La biblioteca è articolata in più aree: 

  • postazione staff, all’ingresso, dove è possibile consultare il database delle risorse librarie, registrare il prestito e l’avvenuta restituzione dei volumi;

  • redazione Semel: spazio riservato al giornale d’Istituto, dove è possibile consultare varie fonti di informazione, scrivere articoli, curare una rubrica specifica sul sito della scuola per documentare iniziative e attività;

  • area consultazione: gli scaffali aperti permettono una facile consultazione delle risorse cartacee disponibili; per semplificare la ricerca da parte degli studenti, i volumi sono stati suddivisi in base all’ordine alfabetico degli autori;

  • area lettura:  pavimento in laminato e comode poltrone facilmente spostabili permettono di configurare spazi aperti di lettura, individuali o a gruppi, di confrontarsi, discutere, rielaborare.

Nel corso degli anni sono state realizzate letture animate, percorsi di scrittura creativa, momenti di dialogo e confronto tra gli studenti su trame, personaggi, mondi sospesi tra fantasia e realtà.

Inoltre, per dare agli alunni l’opportunità di dialogare direttamente con gli scrittori e capire come nasce una storia e come viene costruito un personaggio, sono stati organizzati incontri con vari autori: Pier Luigi Coda, Andrea Valente, Erica Bertelegni, Massimo Polidoro, Gianni Biondillo, Claudia Celè, Anna Laura Guastini, Guido Conti, Lucio Figini, Caterina Bernardi, Elena Buratti, Elisa Pianetta. 

Sono stati inoltre organizzati laboratori di kamishibai, incontri con il giornalista Claudio Barbieri e un mini laboratorio di fumetto con l’illustratrice Laura Spianelli.

Laboratorio di Media Literacy

Il laboratorio di Media Literacy offre uno spazio polifunzionale nel quale gli alunni possono realizzare, con la supervisione del personale docente, dei prodotti ipermediali e multimediali (video, presentazioni, podcast).

La finalità principale delle attività laboratoriali è quella di  educare  alla fruizione consapevole e corretta degli strumenti del comunicare, sapendo utilizzare i media e non subendo passivamente le informazioni da essi ottenute.

Particolare attenzione  viene riposta alla trasversalità  delle  diverse discipline, pertanto  ogni insegnante, a prescindere dai contenuti della sua disciplina, può far suo il compito di educare ai media: il laboratorio risulta così aperto ed utilizzabile in ogni fase della progettazione didattica.

Laboratori di recupero

Grazie a questi spazi, si ha la possibilità di intervenire sulle potenzialità di ciascun alunno al fine di realizzare il successo formativo e consentire il recupero ed il consolidamento delle fondamentali abilità di base. 

Molti sono i laboratori sparsi per il nostro istituto, ognuno con le proprie caratteristiche e con strumenti diversi, così da trovare la strada migliore per aiutare i nostri alunni a superare le proprie difficoltà.

Laboratorio informatico E. Morricone

Anche la sede distaccata "E. Morricone" si potenzia con un nuovo laboratorio di informatica dotato di una nuova veste. Nuova disposizione per il nuovo arredamento e 20 nuovi pc portatili da poter sfruttare a pieno per tutte le necessità che gli alunni della scuola secondaria di primo grado possono avere. 

Oltre alle solite postazioni gli alunni hanno a disposizioni dei tavoli al centro del laboratorio dove possono incontrarsi e far incontrare le proprie idee con gli altri in occasioni di lavori di cooperative learnig.

Alcune esperienze laboratoriali

In questa sezione potete vedere alcune esperienze laboratoriali dei nostri alunni della scuola secondaria di primo grado

Atelier creativo Dante

dante

Laboratorio di pittura

La nostra aula di pittura e arti applicate è uno spazio libero dedicato alla creatività e all'espressione grafica. Qui gli studenti possono sperimentare una vasta gamma di tecniche artistiche.

L'aula è attrezzata con tutti gli strumenti e i materiali necessari per la produzione di elaborati artistici, inoltre un angolo speciale è dedicato alla produzione di carta artigianale.

Laboratorio di ceramica

Il laboratorio di ceramica è uno spazio aperto alla creatività e alla sperimentazione.

Gli studenti apprendono le tecniche di manipolazione e decorazione dell'argilla, inoltre, il laboratorio dispone di un moderno forno ad alta temperatura per la cottura dei manufatti, garantendo che le opere degli studenti siano resistenti e durature nel tempo.

 Questo ambiente accogliente e ben attrezzato, a disposizione di tutti i docenti e gli allievi dell’Istituto, favorisce la libera espressione artistica e promuove la condivisione di conoscenze e tecniche tra i partecipanti.